Una poesia “circolare”

di Nicoletta Canazza @nicolettasenzaombrello; raccontARTE: The White Page, 1967, René Magritte.

 

Cadono
lente foglie
scendono
sotto l’albero spoglio
marciscono
sulla terra nera
crescono
fili verdi sottili
oscillano
nell’aria tiepida
sotto i passi leggeri
che bambini ignari
lasciano in tondo
mentre foglie tremule
sopra di loro
ridono.
 
Nicoletta Canazza @nicolettasenzaombrello
 
 
 
 
 

“Angoli acuti…”

di Anna Toscano @rossofloyd;E senza fine, se ci pensi,è la strada: non si ferma alla linea biancatratteggiata sull’asfalto il pensiero che vaga e abbraccia e agisce e morde e divora e incalza e dimoranei luoghi più straninei luoghi più mutiin questi angoli acutidel muro di casanon vedo una finema solo un inizio.Anna Toscano

“Ci sono giorni che precipitano…”

SOTTO DI ME di Irene Teobaldelli @ireneteobaldelli; foto: Filippo Toscano @itosco. Ci sono giorni che precipitanoLe montagne lo sanno frantumano al suolo,o indugiano ancoraMi hanno partorito cosi Dei cieli cadentiA pezzi da cucireLe montagne lo sanno ed io me lo chiedo:”Se cado, frantumoo mi saldo alla terra?”Irene Teobaldelli @ireneteobaldelli

“Epilogo”

parole e artwork di Francesco Scaramozzino @fr.scara;Quelle più terrificantiSono spettri di nullaChe aspettano ai confini del desertoUn mio sguardo che distratto buttoOuando tutto è calmo.E tutto resta sospeso, sogno.Nessuna paura peròChe sei simbolo di te stessoChe sono numeri immaginariChe sono specchi vuoti.Sono lo specchioNon il riflesso.Bestie che non esistonoSono io. Francesco Scaramozzino@fr.scara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...