“Abitare il paradosso…”

Ci trovo un certo gusto 
Ad abitare il paradosso
Per esempio
C'è una cosa di nome gpt-3
Che scrive molto meglio di me
E potenzialmente anche di te
Che poi che differenza fa
Se anch'io non sapendo scegliere
Mi affido alla casualità

(Per sentirmi migliore
Posso comunque continuare
A sfuggire con ostinazione
I suggerimenti automatici
E apostrofare chi sponsorizza
l'intelligenza artificiale
presumendo una certa
Insufficienza privata e personale)
Ma la verità è che mi definisce
Più di ogni altra cosa
Il mio essere parziale
Il mio guardare il circostante
Attraverso lenti deformate
E deformanti e da aggiustare
Continuamente
E poi il mio averle parzialmente scelte
Ma più di ogni altra cosa
Il mio parzialmente scegliere
(Ovviamente di solito piuttosto male)
Cosa non guardare


Letizia B
@comunquelets

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...