“La prima estate…”

di Donatella Delpiano @viaduscita; painting:  “Shadows” by Olga Kvasha. 


La prima estate che insorge nelle case altrui
Abbraccia il calore la calma i volti,
Il mio cuore sconfinato
Che segue tutte le stelle
Che si srotola per le vie della città
Che si espande su n dimensioni.


Sono fatta di un freddo divenire,
Che non staziona e non transita:
È questo il fascino delle forme mobili,
Che sublimano al cielo,
uno stato del potenziale.
è l’ombra che si trascina lenta sulla meridiana,
Per pronunciare le ore, scandire gli appuntamenti
Senza lasciare niente di sé,
Disegnando una convenzione dietro l’altra.
Cammino dentro una trasformazione ricorsiva,
appaio e ricompaio in dissolvenza,
mentre ci prendiamo a forza questa notte appassita,
Che è un mazzo di fiori, di santi protettori e di nervi scoperti
allineati come file di piante.


Donatella Delpiano @viaduscita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...