“Tra le pagine di un’immaginata realtà…”

“Pagine” di Matilda Balboni @mifirmomet; foto: Pedro Aversa.


Eccomi.
Mi sono addormentata.
Sospeso era il corpo, per le sue.
Al mio risveglio in quel buio
l’ho visto, mi è parso amico.
Mi ha teso un appiglio in quel vuoto ancora spoglio,
ho saltato ad occhi aperti.

Ora sulle sponde del fiume,
più tardi in un casale di cotto,
portata in grembo dal sonno,
mi affaccio sulla terra che respirava,
fino a poco prima, tra le pagine di un’immaginata realtà.
E ora tra le mie mani
la riprendo dall’ultimo segno.

Mi aveva rapito.
E l’ho lasciato fare.
Mi ha corteggiato.
E l’ho lasciato fare.
Mi ha chiesto di restare.
Così gli ho risposto:
“Se la storia continua,
è previsto il mio ritorno”.


Matilda Balboni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...