“Non dovrei avere paura dell’abisso…”

mare blu specchio
di Irid Qesja

Non dovrei avere paura dell’abisso, poiché è troppo profondo per essere giudicato. Perché stare sulla sponda o nel guado dove difficilmente qualcosa accade, continuando a stemperare troppo lentamente l’immaginazione che sta per svanire, con nient’altro come compagnia se non la mia insoddisfatta curiosità di ciò che potrei trovare o sperimentare al di là dell’orizzonte del mio campo visivo?

Irid Qesja (@kristelhyds)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...